Progetto 100% inserimento lavorativo

dall'art.14 nuove opportunità di sviluppo


Convenzione per l’assolvimento degli obblighi previsti dalla L.68/99 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili".
Una nuova opportunità costituita dalla convenzione ex. dall’art.14 del D.Lgs. 276/2003 che ha come finalità l’inserimento lavorativo dei lavoratori disabili nelle cooperative sociali di tipo B, attraverso la fornitura di commesse da parte di aziende soggette all’obbligo di assunzione di disabili in base alla normativa vigente.

Attraverso la sottoscrizione di una specifica convenzione, le aziende esternalizzano lavoro alle cooperative sociali che impiegano lavoratori disabili con difficoltà di inserimento nel ciclo lavorativo ordinario e possono assolvere, in questo modo, all’obbligo di riserva secondo quanto stabilito dalla legge 68/99 che disciplina le "Norme per il diritto al lavoro delle persone disabili".

L’utilizzo di questo strumento, quindi, consente alle aziende di adempiere a parte degli impegni occupazionali previsti dalla L. 68/99 (per le imprese con un numero di addetti compreso tra 15 e 35 è possibile adempiere all’intero impegno occupazionale), mediante l’affidamento di commesse lavorative a cooperative di inserimento lavorativo. Il datore di lavoro committente, per la durata della commessa (periodo non inferiore a 12 mesi), potrà computare i lavoratori disabili inseriti nella cooperativa sociale in esecuzione della convenzione, per la copertura di parte della propria quota d’obbligo.

Anche in questo periodo, nonostante le difficoltà venutesi a creare a seguito della crisi economica, è stato mantenuto un trend di crescita nel ricorso a questo strumento, soprattutto alla luce del grado di flessibilità che esso può offrire nell’adempimento agli obblighi di legge.
A tale proposito ci pare importante segnalare che la commessa di lavoro affidata alla cooperativa non deve riguardare esclusivamente l’attività caratteristica dell’azienda ma può anche essere riferita ad attività di servizi (pulizie, manutenzione del verde, gestione magazzino, ecc).

Ad oggi, un significativo numero di aziende della Provincia di Bergamo ha sottoscritto, con la nostra cooperativa, convenzioni ai sensi dell’art. 14 che hanno consentito appunto, da un lato, di contribuire a raggiungere, per le aziende convenzionate, quanto previsto ai sensi della L. 68/99 relativamente ai propri obblighi occupazionali e dall’altro di creare circa 20 nuovi posti di lavoro, all’interno della cooperativa, a favore di persone disabili.

La nostra cooperativa opera a Ponte San Pietro dal 1994 e si caratterizza per la mission esplicitamente orientata alla creazione di opportunità e spazi di lavoro per persone svantaggiate. Assumere lavoratori altrimenti esclusi dal mercato del lavoro, oppure condannati alla dipendenza dal sistema assistenziale, è la finalità, non certo il mezzo, attraverso il quale realizziamo la nostra attività d’impresa. Al fine del raggiungimento di quanto sopra, siamo convinti che il mondo delle imprese e la cooperazione sociale possano offrirsi reciprocamente stimoli importanti, ciascuno dando un insostituibile contributo alla promozione e alla creazione di opportunità, che tengano conto, in modo veramente solidaristico e concretamente fattivo, dei diversi attori di un territorio, delle differenti necessità, dell’opportuna pluralità di prospettive.

Tale collaborazione, proprio attraverso l’utilizzo della convenzione ex. art. 14 del D.Lgs. 276/2003, può risultare determinante anche per affrontare adeguatamente il fenomeno della disabilità, al fine di uscire da una logica puramente assistenziale per assumerne una finalizzata allo sviluppo e alla crescita della persona.
Dalla nostra esperienza riteniamo di poter affermare che il ricorso a questo strumento consente il raggiungimento di alcune finalità specifiche quali:

  1. finalità sociale, legata all’utilizzo di uno strumento di promozione dell’inserimento lavorativo di fasce svantaggiate di lavoratori attraverso la valorizzazione del ruolo delle cooperative sociali di tipo B, che hanno come finalità l’ingresso nel mercato del lavoro di persone in situazione di svantaggio. Tale attenzione potrebbe anche rientrare in una più ampia strategia di Responsabilità Sociale di Impresa;

  2. finalità giuridica, legata all’assolvimento dell’obbligo;

  3. finalità economica, legata al contenimento dei costi operativi delle attività esternalizzate, alla riduzione dei costi relativi all’inserimento del disabile in termini sia di costo del lavoro, che di tutoraggio, che di adeguamento della struttura aziendale, di miglioramento delle condizioni di flessibilità delle strutture di costo;

  4. finalità di carattere competitivo, connessa alla possibilità di concentrare le risorse aziendali su attività che possono creare e sviluppare il vantaggio competitivo dell’azienda, attraverso il potenziamento delle proprie core competence.

Restiamo a Vostra completa disposizione per eventuali richieste di chiarimenti e approfondimenti relativi all’applicazione della convenzione ex art. 14 D.lgs 276/03.

Download Slide

info: www.provincia.bergamo.it

Progetto realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo



torna su

Società Cooperativa Sociale Il Segno


Iscritta nel registro delle imprese di Bergamo BG48111
REA. 279486,
Albo Società Cooperative n. A114666,
Capitale Sociale Variabile,
P.IVA 02314900164

Sede operativa/legale


Brembate di Sopra (BG) via Gaetano Donizetti nr. civico 109
(complesso Geller - edificio B1)
035 463738
email

Credit


Società Cooperativa Sociale Il Segno
2004 -2017